Locri, Ferrara: ‘I tifosi saranno la nostra forza’

Le dichiarazioni di Salvatore Ferrara

Ferrara firmaSale l’attesa per la gara della seconda giornata di ritorno del campionato serie A femminile del girone C che vedrà Locri ospitare l’Ita Salandra valevole per il secondo posto in classifica.

Locri dovrà confermarlo e distaccarsi, mentre le avversarie tenteranno di agganciarlo.

Alla vigilia della sfida con le ragazze della Basilicata di mister Lapuente, l’allenatore locrese Salvatore Ferrara carica il suo gruppo e tutta la città di Locri, a cui chiede sostegno e tifo.“Domenica – dice il tecnico reggino- mi aspetto due cose: la prima il pubblico delle grandi occasioni, quindi chiamo il popolo sportivo locrese e non, e lo convoco ufficialmente come sesto uomo in campo, la seconda i tre punti e dodicesima vittoria consecutiva”.

Ferrara, purtroppo, dovrà fare a meno del talento spagnolo, Cecy Roldan Molero, ferma in infermeria per infortunio dopo la gara a Castellana.

Ferrara, che auspica un celere recupero della numero 6, in settimana ha lavorato con le altre studiando diversi schemi. <<La partita – continua Ferrara- è di quelle che piacciono a me e senza dubbio anche alle mie “nikite” in quanto quando c’è da lottare, sapendo che di fronte abbiamo un avversario forte e determinato. Il mio team si esalta di fronte a queste prove e senza dubbio il nostro rettangolo di gioco lo facciamo diventare infuocato “sportivamente”, quindi battaglia deve essere e battaglia sarà. So quanto ci tiene, giustamente, il mio amico Willy per il secondo posto, quindi vorrà conquistare una vittoria importante e di prestigio, perché oggi battere lo Sporting Locri è diventato un vanto per tutte le squadre e a maggior ragione lo sarà per il Salandra, società che nel panorama nazionale del futsal femminile ha una sua collocazione non indifferente. Noi ci siamo allenati con la solita concentrazione e serietà senza lasciare nulla al caso, consapevoli della nostra forza aggressiva e battagliera. Adesso come già detto la ” palla ” va alle mie “nikite”>>.

Scritto da: Domenica Bumbaca