La Città di Lazzaro si aggiudica la coppa della Regione

Battuto in finale il Crescendo

Citta di Lazzaro Rombiolo centrocampo

Un grande ringraziamento da parte della Redazione di Calabria futsal va a Pasquale Maiorano impeccabile nel fornire notizie e foto della manifestazione.

Divertente, piacevole all’insegna dell’equilibrio il primo match che ha aperto la seconda edizione della Coppa Regione manifestazione riservata alle squadre vincitrici i quattro gironi della serie D. Senza tanti indugi la gara entra da subito nel vivo grazie alla rete del reggino Nelo che sblocca il risultato dopo soli 18’’. Immediata la replica del Rombiolo che, prende in mano le redini del giuoco dapprima pareggiando il conto con Mazzitelli, di seguito fallendo un penalty al 5’ con Caparotta per poi farsi perdonare portando in vantaggio i propri colori. A questo punto a replicare è Saraceno che concretizza la rete del pareggio chiudendo la prima frazione. Intensa anche la seconda parte di gara inaugurata da Saraceno e dopo 4’ impattata da Caparotta. Citta di LazzaroNel finale continuano le emozioni grazie al goal di Sottilotta che sembra dare la vittoria al Lazzaro ma, in pieno recupero Mazzitelli su tiro libero, sancisce il definitivo 4-4 rinviando la decisone sul passaggio del turno ai calci di rigore. Dal dischetto la Città di Lazzaro si palesa più cinica realizzando i tre tiri mentre il Rombiolo ne sbaglia uno venendo dirottata alla finale per il terzo posto.

 

CITTA DI LAZZARO – ROMBIOLO   7 – 6 (d.c.r.)

RombioloCITTA’ DI LAZZARO: Borda, Nucera, Saraceno, D’Aguì, Campolo, Sapone, Nelo, Minniti, Cutrì. Allenatore: D’Arrigo

ROMBIOLO: Petrolo, M. Contartese, Marturano, Anastasio, Fiarè, Pileci, Mazzitelli, Caparotta, G. Contartese. Allenatore: Maccarone

Arbitro: Brogna Giuseppe di Vibo

Marcatori: 18’’ Nelo (CL), 2’ Mazzitelli (R), 9’ Caparotta (RO), 10’ Saraceno (CL), 17’ Saraceno (CL), 21’ Caparotta (RO), 24’ Sottilotta (CL), 31’ Mazzitelli (RO)

seconda semifinale

San Marco Crescendo centrocampoGara dai due volti questa seconda semifinale. Nei due tempi da 15’ sono state, infatti, caratterizzate da alterne fasi di predominio. Inizio sprint del Crescendo che grazie alla doppietta di Vasapollo sembra dare l’impressione di potere stravincere la gara. Dopo questo primo frangente, reazione alla grande del Prato San Marco che, trascinata dal turbine Nudo nei 6’ minuti restanti al termine del primo tempo, ribalta il risultato chiudendo avanti di 3 a 2. Nel secondo tempo il peso degli esperti giocatori pitagorici emerge in maniera netta. I cosentini, provano a contenerne le continue incursioni ma, nulla possono nei fatali ultimi 5’ nei quali il Crescendo domina la scena dapprima pareggiando con Giglio per poi chiudere i conti con il micidiale uno-due di Vasapollo.

PRATO SAN MARCO ARGENTANO – CRESCENDO  3 – 5

Prato San Marco ArgentanoPRATO SAN MARCO ARGENTANO: G. Ambrosio, R. Ambrosio, Andropoli, A. Cipolla, F. Cipolla, D’Agostino, Lanzone, Nudo, Turano. Allenatore: Ferraro

 

 

 

 

CrescendoCRESCENDO: De Luca, Galea, De Cicco, Scerbo, Giglio, Vasapollo, Carlomagno, Riga.

Arbitro: Michienzi Rosario di Lamezia

Marcatori: 4’ e 7’ Vasapollo (CR), 9’, 10’ e 13’ Nudo (PSM), 25’ Giglio (CR), 29’ e 30’ Vasapollo (CR)

 

 

 

 

Finale 3^ posto

PRATO SAN MARCO ARGENTANO – ROMBIOLO  3 – 2

Marcatori: 12’ Fiarè (RO), 21’ Andropoli (PSM), 24’ Nudo (PSM), 25’ Caparotta (RO), 27’ Lanzone (PSM)

Rombiolo San MarcoNella finale consolazione (per modo di dire considerando il clima di festa) il Prato San Marco s’impone di misura sul Rombiolo. I cosentini, reduci dalla sconfitta contro il Crescendo si approcciano alla gara senza la dovuta determinazione restando a lungo in balia del più determinato Rombiolo. In questi primi 15’ i ragazzi di mister Maccarone, raccolgono meno di quanto seminato andando al riposo sul minimo vantaggio. L’intervallo ricarica le batterie del San Marco che torna in campo più pimpante. Complice anche un calo di concentrazione i vibonesi accusa il dinamismo degli avversari che, grazie a Caparotta pareggiano il conto e subito dopo con il solito Nudo, mettono la freccia del sorpasso. Con orgoglio il Rombiolo alza il baricentro concretizzando l’immediato pareggio con Caparotta. Il Prato San Marco, però, sembra avere più birra nelle gambe ed al 27’ con Lanzone realizza la rete della vittoria.

Finale 1° e 2° posto

CITTA’ DI LAZZARO – CRESCENDO  2 – 1

Marcatori: 4’ Scerbo (CR), 11’ Minniti (CL), 16’ Nelo (CL)

Città Lazzaro Crescendo centrocampoAl triplice fischio di una vibrante sfida tecnicamente e tatticamente valida ad esultare è il Città di Lazzaro di mister D’Arrigo. Dopo avere saltato l’ostacolo Rombiolo solo ai calci di rigore la compagine reggina, con una magistrale prestazione prevale sul Crescendo grazie anche ad una accorta fase difensiva in grado di limitare le giocate offensive dei temibili avversari. In questa decisiva gara la mano del tecnico D’Arrigo abile nel contrastare gli avversari, è stata palese. Eppure inizialmente il match sembra mettersi in discesa per i crotonesi che passano in vantaggio con Scerbo. Prese le misure la Città di Lazzaro, prende in mano il controllo della gara pareggiando con Minniti. In avvio di ripresa la rete dell’esperto Nelo si rivela determinante ai fini dell’incontro. Il Crescendo, infatti, non riesce a fare breccia nel muro lazzarese perdendo la sfida.

intervento Della Torre

 

Intervento del delegato regionale del C5 Giuseppe Della Torre

 

 

 

premi arbitri

 

                          Premio agli arbitri

 

 

 

 

 

 

premio Rombiolo

 

Coppa vittoria campionato al Rombiolo

 

 

 

 

 

premio San Marco

 

Coppa vittoria campionato al Prato San Marco Argentano

 

 

 

 

 

premio Crescendo

 

Coppa vittoria campionato al Crescendo

 

 

 

 

 

premio Lazzaro

 

 

Coppa vittoria campionato al Città di Lazzaro

 

 

 

 

premio Trofei LazzaroTrofei al Città di Lazzaro