‘Noi del Calcio a 5’ VIII° edizione, le riflessioni della redazione

Le riflessioni della redazione

Trofei 2015 16di Giuseppe Praticò – Alla vigilia della prima riunione per l’organizzazione dell’ottava edizione de il “Noi del calcio a 5”, una domanda attanaglia l’intera redazione: ma questa manifestazione interessa ancora a qualcuno?

Trecento spettatori circa, sano agonismo e voglia di vincere, hanno caratterizzato come non mai questa edizione della manifestazione riservata, non solo ai migliori calcettisti del panorama calabrese, ma a tutti coloro che fanno parte di questo splendido movimento.

A fugare ogni nostro dubbio sono stati i numerosi attestati di stima ricevuti dai partecipanti e dagli addetti ai lavori presenti al “Pianeta Viola”. Presidenti AIA, designatori arbitri, “fischietti” di serie A, responsabili del calcio a 5 calabrese, direttori generali, allenatori di tutte le categorie e semplici appassionati hanno assistito a circa quattro ore di evento. La conferma della riuscita è stata l’esaltazione dei protagonisti e non, che hanno postato sui social network praticamente in tempo reale, video e foto di tutto ciò che stava accadendo.

Logicamente non sono mancate le critiche alle quali siamo ormai abituati, anche se preferiremmo fossero costruttive.

Malara MinnitiMai come questa volta, anche chi non ha partecipato attivamente, finalmente ha capito che in fondo per essere protagonisti, non bisogna essere necessariamente premiati. Una giornata di sport e spettacolo, una giornata perfettamente organizzata dalla società Ludos Vecchia Miniera disputatasi al “Pianeta Viola” per gentile concessione del Palazzetto da parte del Cataforio.

Nonostante le tante difficoltà e gli attacchi a volte gratuiti, NOI siamo ancora qui, NOI siamo aperti al confronto, NOI siamo qui per il bene di questo sport, NOI DEL CALCIO A 5 siamo qui per farVi sentire professionisti in un mondo di dilettanti… e se non ci lascerete soli, il futsal in Calabria avrà ancora vita.