Amichevole, il Catanzaro supera il Soverato

Riceviamo e pubblichiamo

Spread the love

viceallenatore ungaro mister lombardoLa terza uscita amichevole stagionale del Catanzaro Calcio a 5 Stefano Gallo ha visto grande protagonista Alessandro Ferraro, autore di una quaterna grazie alla quale la formazione giallorossa ha avuto la meglio sul Soverato, compagine che si presenterà ai nastri di partenza del prossimo torneo calabrese di C1 con importanti ambizioni.

4-3 il risultato finale al termine dei tre tempi da 20’ disputati dalle due squadre al PalaGallo, con i ragazzi di mister Lombardo (nelle cui file è da registrare l’assenza di Matteo Calabrese) avanti 3-0 e poi rimontati sul 3-3, prima della marcatura finale del pivot cosentino. Per il Soverato i gol sono stati realizzati da Christian Santise, Voci e Celia. De Mello e compagni hanno mostrato dei netti miglioramenti rispetto alle precedenti due amichevoli, vista anche la caratura dell’avversario, anche se ovviamente c’è ancora tanto da lavorare e da migliorare in queste due settimane che precedono l’esordio in campionato con il Kroton.

«Faccio innanzitutto ai complimenti al Soverato – ha dichiarato il presidente del Catanzaro Calcio a 5 Stefano Gallo Antonio Alfieri – sono sicuro che farà benissimo in questa stagione, anche grazie all’apporto di giocatori del calibro di Patruno, Celia e Pastori. Anzi, auguro agli amici della dirigenza ionica, di cui conosco la serietà e la competenza, di vincere il campionato. Quanto alla mia squadra sono davvero soddisfatto di come è andata questa amichevole, in cui, ci tengo a sottolineare, abbiamo giocato per la maggior parte dei minuti con due ’95 in campo. Una nota di merito la voglio spendere per Gervasi, che ha compiuto davvero dei grandissimi interventi: sono sicuro che ci darà un apporto fondamentale in campionato, soprattutto nei match più difficili, in cui affronteremo le favorite per la vittoria finale. Che dire poi di Ferraro? È veramente un piacere vederlo giocare!».

A.S.D. Catanzaro Calcio a 5 Stefano Gallo

 

Scritto da: Pier Santo Gallo